Mannarismo




Maledizione del Mannaro
La Maledizione del Mannaro, o Mannarismo, è caratterizzata dalla possibilità, per chi ne è soggetto, di trasformarsi in una creatura che è un ibrido tra bestia e uomo. L'aspetto bestiale della trasformazione cambia da soggetto a soggetto e, per quanto è noto, non ci sono esclusioni nel regno animale per tipologia di mutazione. Un individuo affetto da Mannarismo mantiene, per lo più, le proprie caratteristiche personali, almeno fino a che non si trasforma. Nei casi più isolati, chi è affetto da Mannarismo diventa una bestia incontrollata durante la trasformazione: via via che il soggetto riesce a convivere con la Maledizione, tuttavia, sviluppa una sorta di controllo degli istinti animali, permettendogli persino di reintegrarsi ottimamente nella società.

Peculiarità del Mannarismo
Gli individui soggetti a Mannarismo possono trasformarsi in creature ibride tra uomo e bestia, ottenendo un incremento delle proprie capacità fisiche durante la trasformazione (forza e destrezza) del 50% (arrotondato per difetto). Il bonus ai parametri può eccedere il massimale ed è cumulativo a qualsiasi altro bonus che incrementa i parametri, indipendentemente dalla fonte. Trasformarsi conta come azione completa. Al termine della trasformazione, per 3 turni, si subirà una penalità del 50% a tutti i propri parametri (arrotondato per difetto) e non sarà possibile effettuare turni di concentrazione.
In forma non trasformata i sensi del soggetto risultano maggiormente sviluppati: sarà possibile percepire suoni, odori e figure due volte più distante di quanto avviene normalmente. Lo sviluppo sensoriale risulta maggiormente acuito durante la trasformazione, triplicando. In forma trasformata i mannari godono degli effetti della Visione Crepuscolare. Sia in forma umana che durante la trasformazione, un personaggio affetto da Mannarismo può riconoscere chiunque altro, in un raggio di 50 metri dalla sua posizione, soffra della stessa maledizione.

Sviluppo del Mannarismo
Un individuo soggetto a Mannarismo affronta principalmente Cinque Fasi di Maledizione, attraverso cui il maleficio si sviluppa ed il soggetto ha modo d'imparare a manipolarlo a suo vantaggio. Il decorso e lo sviluppo del Mannarismo vede un periodo di 13 mesi, al termine dei quali il soggetto raggiunge la più completa e totale consapevolezza di se e delle proprie capacità.

Prima Fase - Durata: 1 mese
1) Il soggetto, in forma umana, è quasi sempre soggetto all'ira, soffrendo di manie di persecuzione e sentendo il bisogno di restare a contatto con ambienti naturali, dimostrando una forte avversione verso i contesti urbani e sociali.
2) Durante le notti di luna piena, il soggetto si trasforma, volente o nolente, in una forma antropomorfa legata all'animale ricettacolo della maledizione. Non occorre che la luna piena sia vista direttamente, ma ne basta la semplice presenza ambientale. Se gli stimoli della luna piena non possono essere percepiti, direttamente o indirettamente (il soggetto è chiuso in una camera senza finestre, si trova in una grotta nelle profondità del sottosuolo e così via), questo non si trasformerà. La trasformazione dura per tutta la quest/convalida, oppure per 6 turni in libera.
3) Durante la trasformazione il soggetto non ha nessun controllo delle proprie azioni, ma agirà a livello istintivo, vedendo chi lo circonda come una preda da cacciare o un invasore dei suoi territori.
4) Durante la trasformazione il soggetto non può usare alcun tipo di oggetto.

Seconda Fase - Durata: 3 mesi
1) Il soggetto, in forma umana, riesce a raggiungere una condizione di tranquillità che gli è permesso mantenere fino a che non subisce stimoli esterni troppo forti. Avrà la capacità di non perdere il controllo ne' di essere assoggettato dall'ira, perdendo ogni senso di mania di persecuzione e riaccettando i contesti urbani e sociali, pur non amandoli.
2) Durante le notti di luna piena, il soggetto si trasforma, volente o nolente, in una forma antropomorfa legata all'animale ricettacolo della maledizione. Non occorre che la luna piena sia vista direttamente, ma ne basta la semplice presenza ambientale. Se gli stimoli della luna piena non possono essere percepiti, direttamente o indirettamente (il soggetto è chiuso in una camera senza finestre, si trova in una grotta nelle profondità del sottosuolo e così via), questo non si trasformerà. La trasformazione dura per tutta la quest/convalida, oppure per 6 turni in libera. Il personaggio, in questa fase, può decidere di "trattenere" la mutazione: la mutazione non avviene se il personaggio decide di sacrificare 50 punti salute. I punti salute così sacrificati sono temporanei: il personaggio si considera come se avesse 50 punti salute in meno solo fino alla fine della quest o della libera in cui sceglie di non trasformarsi. I 50 punti salute sottratti sono comunque valevoli sul massimale dei punti salute del personaggio: subire un totale di 100 danni, inclusi i 50 punti ferita persi temporaneamente, porta alla morte.
3) Durante la trasformazione il soggetto può riconoscere fino a 3 creature alleate nelle vicinanze, imponendosi, istintivamente, di non far loro del male. Chiunque altro verrà invece visto come una preda da cacciare o un invasore dei suoi territori.
4) Durante la trasformazione il soggetto non può usare alcun tipo di oggetto.

Terza Fase - Durata: 4 mesi
1) Il soggetto, in forma umana, mantiene completamente la propria personalità e le proprie caratteristiche comportamentali, senza che queste siano alterate dalla maledizione. Vedrà contesti urbani e sociali similmente a come vedrà i contesti più naturali.
2) Durante le notti di luna piena, il soggetto si trasforma, volente o nolente, in una forma antropomorfa legata all'animale ricettacolo della maledizione. Non occorre che la luna piena sia vista direttamente, ma ne basta la semplice presenza ambientale. Se gli stimoli della luna piena non possono essere percepiti, direttamente o indirettamente (il soggetto è chiuso in una camera senza finestre, si trova in una grotta nelle profondità del sottosuolo e così via), questo non si trasformerà. La trasformazione dura per tutta la quest/convalida, oppure per 6 turni in libera. Il personaggio, in questa fase, può decidere di "trattenere" la mutazione: la mutazione non avviene se il personaggio decide di sacrificare 25 punti salute. I punti salute così sacrificati sono temporanei: il personaggio si considera come se avesse 25 punti salute in meno solo fino alla fine della quest o della libera in cui sceglie di non trasformarsi. I 25 punti salute sottratti sono comunque valevoli sul massimale dei punti salute del personaggio: subire un totale di 100 danni, inclusi i 25 punti ferita persi temporaneamente, porta alla morte.
3) Durante la trasformazione il soggetto mantiene un grado di controllo assoluto delle proprie azioni, avendo la possibilità di scegliere come comportarsi senza che gli istinti bestiali abbiano il sopravvento. In questa fase può anche parlare.
4) Durante la trasformazione il soggetto non può usare alcun tipo di oggetto.
5) Il soggetto, sia in forma umana che durante la trasformazione, ottiene la capacità di guarire più rapidamente, triplicando il tasso di cura spontanea naturale per quanto riguarda le Ferite Fisiche (effetto non sommabile ad effetti che garantiscano incrementi alla guarigione naturale delle ferite fisiche).

Quarta Fase - Durata: 5 mesi
1) Il soggetto, in forma umana, mantiene completamente la propria personalità e le proprie caratteristiche comportamentali, senza che queste siano alterate dalla maledizione. Vedrà contesti urbani e sociali similmente a come vedrà i contesti più naturali.
2) Durante le notti di luna piena, il soggetto può scegliere se trasformarsi in una forma antropomorfa legata all'animale ricettacolo della maledizione. Non occorre che la luna piena sia vista direttamente, ma ne basta la semplice presenza ambientale. Se gli stimoli della luna piena non possono essere percepiti, direttamente o indirettamente (il soggetto è chiuso in una camera senza finestre, si trova in una grotta nelle profondità del sottosuolo e così via), questo non si trasformerà. La trasformazione dura per tutta la quest/convalida, oppure per 6 turni in libera. Non ci si può trasformare più di una volta al giorno.
3) Durante la trasformazione il soggetto mantiene un grado di controllo assoluto delle proprie azioni, avendo la possibilità di scegliere come comportarsi senza che gli istinti bestiali abbiano il sopravvento. In questa fase può anche parlare.
4) Durante la trasformazione il soggetto può usare oggetti di ogni tipo.
5) Il soggetto, sia in forma umana che durante la trasformazione, ottiene la capacità di guarire più rapidamente, triplicando il tasso di cura spontanea naturale per quanto riguarda le Ferite Fisiche (effetto non sommabile ad effetti che garantiscano incrementi alla guarigione naturale delle ferite fisiche).

Quinta Fase
1) Il soggetto, in forma umana, mantiene completamente la propria personalità e le proprie caratteristiche comportamentali, senza che queste siano alterate dalla maledizione. Vedrà contesti urbani e sociali similmente a come vedrà i contesti più naturali.
2) Il soggetto, sia di giorno che di notte, può scegliere se trasformarsi in una forma antropomorfa legata all'animale ricettacolo della maledizione. La trasformazione dura per tutta la quest/convalida, oppure per 6 turni in libera. La trasformazione NON può avvenire se è giornata di Luna Nera. Non ci si può trasformare più di una volta al giorno.
3) Durante la trasformazione il soggetto mantiene un grado di controllo assoluto delle proprie azioni, avendo la possibilità di scegliere come comportarsi senza che gli istinti bestiali abbiano il sopravvento. In questa fase può anche parlare.
4) Durante la trasformazione il soggetto può usare oggetti di ogni tipo.
5) Il soggetto, sia in forma umana che durante la trasformazione, ottiene la capacità di guarire più rapidamente, triplicando il tasso di cura spontanea naturale per quanto riguarda le Ferite Fisiche (effetto non sommabile ad effetti che garantiscano incrementi alla guarigione naturale delle ferite fisiche).

Cosa si sa del Mannarismo
Il Mannarismo è una maledizione nota principalmente come un maleficio che trasmuta in bestie feroci ed incontrollabili. Comunemente si ritiene che il Mannarismo sia associato alle divinità della natura, quasi fosse stato ideato come "punizione" per quanti, della natura, hanno fatto scempio. La gente comune non vede di buon grado individui affetti da Mannarismo e li ritiene pericolosi ed incivili.
Le informazioni sui sintomi e sulle implicazioni tecniche delle singole fasi sono invece riservate, come conoscenza, a quanti posseggono il talento Conoscenze delle Alterazioni, Malanni e Maledizioni a livello 5.

Contrazione e Guarigione del Mannarismo
E' possibile contrarre la Maledizione del Mannarismo in modi differenti, ma se ne distinguono due principalmente:
- Venendo morsi da una creatura affetta da Mannarismo, durante la trasformazione
- Attraverso un maleficio

E' possibile guarire dal Mannarismo attraverso un rituale di purificazione: il rituale di purificazione deve essere richiesto ad un master, che vedrà direttamente in gioco come svilupparlo.

Non è possibile essere affetti da altre maledizioni maggiori (come Vampirismo e Simbiotismo) o far parte di razze chiuse se si è già soggetti al Mannarismo. Si resta soggetti a tutte le altre maledizioni.

Candidatura per il Mannarismo
Un personaggio che sia interessato ad essere affetto da Mannarismo deve inserire la richiesta nel forum di gioco, nella sezione apposita, specificando:
1) Nome, Livello e Razza del personaggio;
2) La tipologia di trasformazione che si desidera (animale, forma e caratteristiche fisiche durante la trasformazione);
3) Le motivazioni della scelta;
4) Tipologia desiderata di contrazione della maledizione

Per mantenere attiva la maledizione sono richieste 6 giocate al mese, da almeno 5 post ciascuna, salvo motivazioni particolari concordate con la gestione.