Compagni Animali e PNG




All'interno del mondo di gioco delle Cronache di Raja Dunia non è insolito imbattersi in personaggi che possono fare affidamento su Compagni Animali, bestie o creature specificamente addestrate per ubbidire e battersi per la protezione del proprio padrone o per svolgere altri scopi. Contestualmente un Compagno Animale si differenzia da un Animale comune, anche se addestrato, perchè questo non sviluppa lo stesso legame che un Compagno Animale può sviluppare con il personaggio. Mentre un Animale comune, addestrato o meno, potrebbe perdere interesse dal contesto, spaventarsi, rivoltarsi contro al padrone per uno scatto d'ira e cose simili, un Compagno Animale metterà sempre le volontà e la protezione del padrone prima di tutto (a meno di specifici controlli mentali da parte di terzi). L'utilizzo di un Compagno Animale, tuttavia, segue delle regole specifiche che è necessario tenere in considerazione:

1) Un personaggio può avere un solo compagno animale: può essere un compagno animale qualunque animale o creatura del bestiario (ove specificato che la stessa sia addestrabile) che sia già addestrato ai comandi semplici e complessi, con cui il personaggio investe un numero di convalide di conoscenza, addestramento e lettura dei comportamenti secondo il livello del talento Addestrare Animali. Non è possibile ottenere un compagno animale se il punteggio del talento Comprensione Ferale non è almeno pari a 3. Le convalide di addestramento per un compagno animale possono essere effettuate SOLO dal personaggio che sarà il futuro proprietario.
2) A meno che non sia specificato diversamente dal master, o esistano condizioni di impossibilità specifica (mancanza di comprensione, ferite debilitanti, stati alterati e così via), un compagno animale cercherà sempre di soddisfare gli ordini del personaggio al meglio delle proprie possibilità e non reagirà mai negativamente contro di lui.
3) Il personaggio può impartire un solo comando per ogni suo turno: impartire un comando conta come azione breve e può essere fatto solo vocalmente.
4) A meno che non sia specificato diversamente da un'abilità, qualunque azione effettuata da parte del compagno animale sostituisce pienamente la stessa azione come se fosse effettuata da parte del personaggio. Questo significa che se un compagno animale riceve un'ordine che lo impegna nell'effettuare un'azione completa, il personaggio, nel turno in cui impartisce il comando, non può fare alcun genere di azione completa. E' importante notare che la sostituzione si opera solo sull'azione di per se: se un compagno animale ha l'ordine di effettuare un'azione completa, il personaggio può comunque fare due azioni brevi, indefinite azioni gratuite e sensoriali. Un Compagno Animale, a differenza di un personaggio, può effettuare solo un'azione (di qualunque genere, ma solo una) durante i suoi turni (non gode quindi del vantaggio di effettuare sia azioni brevi, che sensoriali, che gratuite che complete, ma solo una tipologia per ogni turno), ma può comunque spostarsi sempre, ad ogni turno, di 6 metri, come azione gratuita (oltre agli eventuali metri che può percorrere in azione breve o completa, specificati nella sua descrizione). Tutte queste regole si applicano anche a semplici animali addestrati.
5) Nel caso di addestramenti specifici sul compagno animale, le possibilità ulteriori e le modifiche alle regole saranno riportate direttamente nella descrizione dell'animale/gregario stesso.
6) Quando si sta cavalcando una creatura, per spostarsi, non è necessario alcun ordine: in sella ad una creatura il movimento della stessa si considera il movimento dell'azione del personaggio che la sta cavalcando. Il personaggio quando è in sella utilizza i metri di spostamento della creatura (riportati nella sua descrizione) e può beneficiare dei 6 metri gratuiti disponibili normalmente alla creatura.
7) A meno di regole specifiche, se un animale viene cavalcato mentre sta volando, il personaggio non può effettuare azioni complete.
7) Quando un animale effettua azioni di attacco o difesa, segue esattamente le stesse regole che seguono i personaggi.

L'ADDESTRAMENTO DEGLI ANIMALI
Che siano compagni animali oppure no, un animale, o un'altra creatura, in generale, può essere addestrato specificamente per eseguire determinate azioni (ammesso che la creatura di per se sia addestrabile). Queste si dividono in distinte categorie:

Comandi Semplici: sono comandi semplici tutta quella serie di azioni immediate e che non designano un obiettivo specifico, al di fuori dell'animale e del padrone, per essere realizzate (stai fermo, vieni qui, prendi quell'oggetto, non allontanarti, rotola, stai a terra e così via)
Comandi Complessi: sono comandi complessi tutta quella serie di azioni più o meno difficoltose che possono designare un obiettivo specifico oltre all'animale e al padrone (attacca quel bersaglio, difendimi, blocca quel nemico e così via)

Per addestrare un animale occorre un numero specifico di convalide che è possibile fare sia in forma attiva che estemporanea. Per maggiori informazioni sul numero di convalide necessario si invita a fare riferimento al talento Addestrare Animali.

Nota: non è possibile addestrare un animale ai Comandi Complessi se non è già addestrato ai Comandi Semplici.

LA GESTIONE DEGLI ANIMALI E DEI PNG
In linea generale non è MAI possibile avere informazioni utili, oggetti e benefici di qualunque natura, da parte di un animale, creatura o di un png, senza convalida (da effettuarsi esclusivamente in forma attiva) di un master.
In giocata libera gli animali ed i personaggi non giocanti che popolano il mondo di gioco possono interagire con il personaggio, ma sempre sotto un punto di vista marginale e poco significativo. E' ammesso che i png o gli animali (se il personaggio è in possesso delle giuste abilità) possano rispondere direttamente, nell'azione del personaggio, al personaggio stesso, ma le frasi non possono mai includere alcun dettaglio fondamentale o informazione utile, se non puro gusto ambientativo. Qualunque tentativo di forzare le azioni da parte di un PNG/Animale deve essere convalidato, pena l'annullamento della giocata e la decurtazione di punti esperienza.